C:\> RetroPC

appunti e note di un estimatore della riga di comando

Come riciclare un portatile d'altri tempi:
Olivetti Echos 44 con Dos e Linux

Se c'e' una sfida che amo sempre raccogliere, e' quella di cavar fuori qualcosa di utile da macchine vetuste, ma ancora funzionanti.
La serie echos della olivetti, poi, mi e' sempre piaciuta. Un bel design originale fuori e dentro (avete mai provato ad aprirli?), lavorano in qualsiasi condizione, umilmente, anche dopo anni.
L'esemplare in mio possesso ha un processore 486 dx50, 20 Mb di Ram e un disco rigido da 240Mega. L'ho comprato usato con preinstallati MsDos 5 e Win3.11 originali.
Ho valutato l'ipotesi di installare il solo Linux. Poi ho pensato ad una configurazione dual-boot, come su tante altre macchine. Alla fine, ho deciso di tenere quello che c'era e di testare un'installazione UMSDOS di Linux.

Detto fatto, parto da una Slack 3.4 (si', proprio una 3.4...) e faccio un sistema linux umsdos che stringo all'osso per contenerlo in una cinquantina di mega. Il kernel e' 2.0.34, decisamente datato ma bello solido (mica ci devo far girare openoffice!), e in questo modo faccio stare in una manciata di mega di disco rigido anche un server X, che mi consente di usare il pc con PLIP (non ho schede di rete pcmcia) come terminale grafico.

Installo il compilatore gnu e riesco a compilare anche fetchmail, mutt, gnupg, links, nano, pine, etc...

Il sistema e' ok per la rete e le funzioni di networking di Linux sono molto buone.
Quando serve di andare in rete e vedere la posta, sono pronto.
Se mi va, attacco il cavo laplink ad un pc piu' potente, lancio su quello il programma che mi serve ed esporto lo schermo sul mio client X. Open Office Writer o The Gimp visti sull'Echos 44 sono bellissimi...

Due parole su come configurare 2 macchine in rete con PLIP:

Nell'esempio abbiamo due computer: un PC e un laptop.
Sul primo (quello piu'potente) ho un'installazione Linux completa, sul secondo una minidistribuzione, comprendente X.

1) Collego i due computer con un cavo laplink parallelo

Se non l'avessi ancora fatto, installo sul pc inetd e telnet_server

2) Edito il file /etc/hosts del pc:

127.0.0.1        localhost
192.168.0.10     PC
192.168.0.11     laptop
Edito il file /etc/hosts del laptop:
127.0.0.1      localhost
192.168.0.11   laptop
192.168.0.10   PC

Naturalmente gli IP sono del tutto indicativi (beh...tolto localhost :))

3) Verifico Plip sul pc:

/etc/rc.d/init.d/lpd stop
rmmod lp
insmod parport
echo 7 > /proc/parport/0/irq
insmod plip

Dovrebbe comparire un messaggio del tipo:  Using /lib/modules/xxx.xx/net/plip.o

4) Scrivo (o preparo uno script) sul PC:

ifconfig plip0 192.168.0.10 pointopoint 192.168.0.11 netmask 255.255.255.0
e poi:
 route add -net 192.168.0.0 netmask 255.255.255.0 dev plip0
Sul laptop:
 ifconfig plip1 192.168.0.11 pointopoint 192.168.0.10 netmask 255.255.255.0
e poi:
 route add -net 192.168.0.0 netmask 255.255.255.0 dev plip1

5) Provo la connessione dal PC:

 ping laptop

Per abbattere la connessione, sul PC:

 ifconfig plip0 192.168.0.10 pointopoint 192.168.0.11 netmask 255.255.255.0 down

Sul laptop:

 ifconfig plip1 192.168.0.11 pointopoint 192.168.0.10 netmask 255.255.255.0 down

6) E' possibile fare telnet sull'altra macchina

telnet laptop
telnet PC


2004-2019 Paolo Gironi - P.Iva 03137610246